Lodi, che degrado in zona ex Atm: Milanesi porta il caso in Broletto
Degrado nell’ex area Atm nel quartiere Fanfani a Lodi

Lodi, che degrado in zona ex Atm: Milanesi porta il caso in Broletto

In via Calipari tra le case popolari delle Fanfani spuntano delle barche e dei cumuli di sabbia, l’esponente di opposizione Milanesi porta il caso in Comune

Esplode la polemica per il degrado nella zona ex Atm alle Fanfani. Nello spiazzo vicino ai magazzini comunali e alla palazzina dismessa sono spuntate alcune barche e delle montagne di sabbia, delimitate da nastri di cantiere. L’esponente di opposizione Francesco Milanesi di Lodi civica ha portato in questi giorni il caso in Broletto.

«Ho raccolto personalmente diverse segnalazioni dai residenti che mi facevano notare come alla situazione di degrado già esistente ora si è aggiunto un deposito di barche a cielo aperto che tra l’altro raccolgono acqua piovana attirando zanzare ed emanando odore, oltre che cumuli di terra», sottolinea Milanesi. Che aggiunge: «Ho inviato in questi giorni una pec (una mail certificata, ndr) al Comune per far presente questo e altri problemi nella zona chiedendo una risoluzione celere. Se in un contesto con difficoltà urbane e di decoro già presenti si aggiunge ulteriore decadimento si rischia di allargare una ferita già ben presente. Non è accettabile una situazione del genere! L’area va recuperata».

L’abbandono all’ex Atm, a due passi dalla case popolari di via Calipari, nel quartiere Fanfani va avanti da anni.

Ieri Milanesi è tornato alla carica: «Nel 2016 erano stanziati a bilancio i fondi necessari. Con questa nuova giunta tutto è sparito nel dimenticatoio. Abbiamo sollecitato con interrogazioni consiliari, fatto proposte per inserire a bilancio nuovamente i soldi e avuto interlocuzioni con membri di maggioranza per sensibilizzarli. Il consigliere Segalini si era dimostrato disponibile, ma ad ora ancora nulla. La disponibilità del nostro gruppo a collaborare è nota da tempo, ora è il caso che anche la giunta faccia i suoi passi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.