Autobus “forno”, l’ira dei pendolari

Autobus “forno”, l’ira dei pendolari

L’odissea dei viaggiatori senza aria condizionata nelal tratta tra Lodi Vecchio e Tavazzano

Cotti e bolliti. E, soprattutto, arrabbiatissimi. Sono i pendolari che quotidianamente salgono sugli autobus tra Lodi Vecchio e Tavazzano, una tratta che l’estate ha reso particolarmente infernale. Oltre alle temperature torride delle scorse settimane, i viaggiatori hanno dovuto fare i conti con la mancanza di aria condizionata sui mezzi. Il tutto senza possibilità di aprire i finestrini. I loro percorsi si sono così trasformati in una breve ma sofferta odissea, che ha trovato sfogo sui social.

Il caso è stato sollevato sulla frequentata pagina Facebook “Succede a Lodi Vecchio”, dove una passeggera ha raccontato dell’odissea vissuta insieme ad altri pendolari in partenza da Lodi Vecchio, all’ora di pranzo, su mezzi con il sistema di raffreddamento in tilt, tra le proteste dei viaggiatori, l’impossibilità di aprire almeno i finestrini per poter respirare ei tentativi di contattare la società per far presente le difficoltà. E alla sua testimonianza se ne sono aggiunte delle altre, al punto che si sta pensando di rivolgersi in via ufficiale alla società, con una lettera sottoscritta dai pendolari, a settembre. E testimonianze simili sono arrivate anche da Tavazzano.

La nuova flotta della Line presentata nelle scorse settimane a Lodi

Ma il caldo non è l’unico problema lamentato dai pendolari. I quali tornano a chiedere interventi anche nei confronti dei “portoghesi”, ovvero coloro che abitualmente salgono sugli autobus, spesso affollandoli, senza pagare il biglietto: «Non c’è lassismo né negligenza: è nell’interesse della società che tutti gli utenti paghino il biglietto e le verifiche vengono effettuate, compatibilmente con il personale disponibile», fanno sapere dalla Line, promettendo al contempo di effettuare verifiche sui guasti al sistema di condizionamento.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 17 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.