Grande Coop, si parte: apre il maxi cantiere
Lavori al via per la nuova Grande Coop

Grande Coop, si parte: apre il maxi cantiere

Ruspe al lavoro all’ex Otto Blues: tra 15 mesi i lavori per il trasloco del centro commerciale da via Grandi saranno finiti

Spazio alle ruspe. Il tempo dell’attesa è finito all’ex Otto Blues, mentre scatta il contro alla rovescia per i lavori che porteranno alla nascita della nuova Grande Coop. Tempo stimato? Quindici mesi, soprattutto se venisse mantenuto il ritmo promesso dai primi interventi del maxi cantiere ormai aperto nell’area di viale Pavia, dove sorgerà un centro grande complessivamente oltre 6700 metri quadrati, con tanto di supermarket e ristorante.

Rimosse e accatastate vestigia e materiali della vecchia discoteca, tutta l’area, a ridosso della stazione di servizio di viale Europa, è stata delimitata ed è stato apposto l’avviso di cantiere. Gli interventi procederanno a ritmo serrato: gli operai e mezzi meccanici dopo la posa delle fondazioni collocheranno i prefabbricati, mentre in contemporanea saranno portate avanti le sistemazioni sulla viabilità e parcheggi, compresa la nuova rotatoria di accesso al polo commerciale di San Fereolo. E nel 2019, la Grande Coop potrà sorgere e alzare le saracinesche.

Le ruspe sono pronte a entrare in azione

Il progetto della nuova Coop dopo il trasloco da via Grandi prevede tre lotti, con una media struttura per la vendita di generi non alimentari, una media struttura di vendita di generi alimentari e un terzo edificio a destinazione ristorante di 500 metri quadrati. Il supermercato si svilupperà su due livelli: un seminterrato per i parcheggi e un primo piano accessibile con rampe elettroniche. All’esterno saranno piantati più di 500 alberi e verranno realizzati 289 posti auto. Nelle opere di urbanizzazione sono compresi i parcheggi a servizio dello spazio commerciale, un ponte ciclopedonale sulla roggia Bertonica, il percorso per le bici che passerà da via Baggi, i marciapiedi della zona, la nuova rotatoria di viale Pavia e il piano per realizzare un collegamento dalla tangenziale al nuovo comparto commerciale.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 10 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.