Una “task force” contro la morosità

A Melegnano una “task force” contro la morosità

Il Broletto intensifica l’attività di contrasto all’evasione fiscale e tariffaria: da recuperare 3,8 milioni di euro

Stefano Cornalba

L’apertura di uno sportello ad hoc nel cuore di Melegnano, ma anche la verifica degli immobili non censiti e la rateizzazione dei pagamenti per le famiglie in crisi. Scatta la task force di palazzo Broletto per porre un freno all’emergenza morosità, che nei mesi scorsi ha sfiorato i 4 milioni di euro. Ieri mattina è stato l’assessore al bilancio Marco Pietrabissa ad illustrare le strategie in tema di politica finanziaria promosse dall’esecutivo Bertoli.

Il municipio

Il sindaco Bertoli

«Su questo fronte ci muoviamo in stretta sinergia con l’Andreani Tributi srl - sono state le sue parole -: dopo essere subentrata ad Equitalia, proprio di recente la società di riscossione coattiva ha aperto a Melegnano uno sportello appositamente dedicato, dove i soggetti interessati possono chiedere tutte le informazioni del caso». Presente al civico 64 della galleria Roma, il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 13.30 alle 16.30 (mercoledì chiuso).

«Sul fronte della tassa rifiuti, dove si registrano i maggiori livelli di morosità, a breve l’Andreani avvierà l’accertamento degli eventuali immobili non censiti - continua Pietrabissa -. Quanto ai bollettini già emessi negli anni scorsi e non ancora saldati, a chi pagherà entro 60 giorni dalla notifica (presumibilmente nel mese di luglio), non sarà applicata la sanzione del 30 per cento. Negli ultimi anni l’impennata delle morosità è in parte legata alla perdurante crisi economica, che ha messo in ginocchio decine di famiglie - ribadisce ancora l’assessore -. Nasce da qui la necessità di affrontare la questione con la massima attenzione: per le situazioni di particolare gravità, diamo quindi l’opportunità di procedere con appositi piani di rateizzazione, che possono essere richiesti esclusivamente agli uffici comunali - conclude Pietrabissa -. Anche grazie a tutte queste azioni, nell’ultimo periodo abbiamo registrato un sensibile incremento nel campo delle riscossioni, che in futuro saranno fondamentali per ridurre la pressione fiscale a carico dell’intera popolazione locale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.