Nel Lodigiano si è fermata l’emorragia di imprese
La presentazione del rapporto di Confartigianato

Nel Lodigiano si è fermata l’emorragia di imprese

Nel bilancio di Confartigianato, però, i nodi critici di costruzioni e credito

Costruzioni e credito: ecco le due spine nel fianco del Lodigiano secondo il rapporto annuale elaborato dall’Osservatorio Artigianato e Mpi di Confartigianato. Il report, presentato stamane, descrive uno spaccato dell’economia del territorio e, nonostante alcuni dati confortanti, parla ancora di crisi per il settore delle Costruzioni e di mancanza di credito per le micro imprese.

Dopo l’emorragia di imprese che ha caratterizzato l’economia lodigiana dal 2009, la situazione sembra essersi quasi stabilizzata, con meno cessazioni rispetto agli anni scorsi e un saldo negativo di 86 realtà imprenditoriali. I settori trainanti sono quelli del Food, delle Riparazioni e dei Servizi.

Licia Redolfi, dell'osservatorio Artigianato e MPI

«Questi dati confermano le nostre sensazioni» commenta la presidente di Confartigianato Sabrina Baronio, mentre il segretario generale Vittorio Boselli chiama in causa la politica locale: «La crisi non è passata, non deve mancare l’attenzione nei confronti delle attività produttive».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.