Sulle orme dell’antica Laus, la città riscopre le origini
Il cartello stradale con l’indicazione Lodi Vecchio «già Laus Pompeia»

A Lodi Vecchio arrivano i cartelli con il nome antico

Si tratta del primo passo di un progetto più ampio per valorizzare il passato della città

Lodi Vecchio accoglie chi entra in territorio comunale con il suo nome antico: Laus Pompeia, grazie a un cartello aggiunto a quelli che già indicano il nome moderno della città. I nuovi cartelli, una prima tranche di un intervento più vasto, che prevederà anche la posa di nuove indicazioni in luoghi che oggi ne sono privi, sono comparsi in questi giorni.

La decisione è emersa a conclusione di un ampio dibattito culturale, partito nel mese di gennaio con la suggestione lanciata dall’assessore alla cultura Daniele Fabiano per cambiare il nome della città in Lodi Antica e valorizzarne così il glorioso passato. Una proposta difficile da attuare, l’iter sarebbe stato lungo e complesso, che ha avuto comunque il merito di generare un confronto aperto sul tema.

«Si tratta di un primo lotto di intervento in cui si è proceduto a integrare i cartelli già esistenti con il nome della città, ma ne saranno posati anche di nuovi, dove oggi non ci sono, come è stato fatto dopo il sottopasso per Salerano all’altezza degli orti comunali di via Piave» spiega il sindaco Alberto Vitale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.