Giro di vite sulle nozze combinate, già due casi scoperti dalla questura
Lodi, la questura

Nozze “combinate”: scatta il giro di vite della polizia

Dopo l’allarme del Viminale anche nel Lodigiano i controlli sono stati potenziati: «Il Cittadino» vi racconta il fenomeno in un’inchiesta

Giro di vite anche nel Lodigiano contro i matrimoni “combinati”. In poche settimane l’ufficio immigrazione della questura ha già scoperto infatti due casi, entrambi finalizzati a far ottenere la cittadinanza italiana a stranieri già espulsi dal territorio nazionale, mentre gli stessi uffici di via Defendente assicurano che sono stati presi contatti con varie amministrazioni comunali affinché le pubblicazioni di matrimonio sospette vengano segnalate per tempo.

L’ultimo episodio risale a pochi giorni fa, a Casale, dove un 30enne egiziano pluripregiudicato avrebbe dovuto sposare una 50enne italiana, mentre all’inizio di aprile a Castelgerundo la polizia aveva intercettato un marocchino e una donna ecuadoregna che aveva ottenuto da poco la cittadinanza italiana. I giorni a disposizione per capire se le nozze sono fasulle sono solo 15, dalla data delle pubblicazioni in Comune alla cerimonia. Per questo è fondamentale l’aiuto delle amministrazioni, che possono segnalare i casi sospetti e far partire le indagini.

La questura fa sapere di porre particolare attenzione a elementi di origine straniera che abbiano con precedenti per reati gravi quali spaccio, rapine, violenza sessuale o detenzione di armi, oppure che siano già stati rimpatriati dopo essere stati oggetto di provvedimento di espulsione.

Chi si è trovato in passato a dover fare i conti con una serie di matrimoni sospetti è Domenico Crespi, ex sindaco di Sant’Angelo. «Una decina di anni fa mi sono esposto in prima persona perché c’erano stati troppi matrimoni fra persone che sembravano non avere nulla a che fare fra loro, sia per età che per altri motivi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.