Il cibo di strada fa il tutto esaurito, il tempo incerto non frena Eatinero
Un momento di festa all’iniziativa di Street Food tenutasi a Codogno nel fine settimana

Street food, in centinaia in piazza per i piatti tipici dello Stivale

Tre giorni di festa a Codogno nel segno del cibo

A cena sui banchi di scuola sbirciando il menù alla lavagna, sul set del film “L’oro di Napoli” con la “pizza fritta” di Ciro e soci nei panni di Sophia Loren, in viaggio tra Sicilia e Trentino, Desenzano del Garda e Smirne. Tutto questo e molto altro venerdì sabato e domenica a Eatinero, il festival del cibo di strada, per il secondo anno consecutivo a Codogno. Dopo la partenza venerdì sotto un tremendo acquazzone, nel week end l’evento ha calamitato centinaia di giovani, famiglie con bambini e coppiette, che si sono trovati a condividere le specialità culinarie in arrivo dal Nord al Sud della Penisola, con influenze anche dall’estero.

Il mercato coperto di piazza Cairoli dov’erano sistemati tavoli e panche ha fatto da centro gravitazionale, e proprio la sistemazione all’asciutto ha permesso il salvataggio anche della serata d’esordio.

Soprattutto i più giovani, infatti, non hanno rinunciato alla cena “freak”, prendendo d’assalto i food truck (sedici tra cui due golose novità, il cannolo siciliano e i dolci americani) e godendosi la musica dal vivo in giro per la città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.