I negozi segnano il passo: tante le serrande chiuse
La desolazione di Borgolombardo, dove tanti sono i negozi chiusi

Commercio, crisi senza fine a San Giuliano: tante le serrande abbassate

Il problema si fa sentire soprattutto nel quartiere di Borgolombardo dove si moltiplicano i negozi chiusi

Il tema dei negozi che chiudono e non vengono rimpiazzati da altre attività nei quartieri di Borgolombardo e Serenella, a San Giuliano, è stato affrontato in un incontro che i commercianti hanno avuto con l’assessore alla partita Francesco Salis. La frazione di Borgolombardo rappresenta il principale esempio a San Giuliano del mancato passaggio del testimone tra commercianti. Una decina le attività che sono ormai da tempo bloccate. Se alcune botteghe hanno riaperto con un nuovo gestore, altre insegne nel frattempo si sono spente. In particolare nell’ultimo anno ha chiuso anche l’ultima delle due edicole che ha aveva resistito nella zona, in compenso negli spazi dove un tempo era insediata la Banca Popolare di Lodi è stato annunciato il decollo di una palestra e anche l’attività di gommista, dopo una pausa, ha riaperto, così come il negozio dove era insediato il locale “La bella Palermo” ha trovato un nuovo proprietario.

Il saldo rimane comunque negativo, con un susseguirsi di esercizi chiusi. La situazione generale, dettata indubbiamente dalla crisi, si traduce in un problema per i cittadini - specie i più anziani - che hanno sempre meno possibilità di fare acquisti vicino casa, ma anche in uno svantaggio per i negozi rimasti, che vedono ridursi la clientela di passaggio.

«Noi sosteniamo in tutti i modi possibili il commercio di vicinato - commenta l’assessore Salis - anche se purtroppo ci rendiamo conto che sul piano imprenditoriale rispetto ad un tempo sia in calo il numero di coloro che decidono di aprire un negozio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.