Un plebiscito a San Donato contro le strisce blu

Un plebiscito a San Donato contro le strisce blu

Già 2000 le firme raccolte dal comitato contro la sosta a pagamento

Strisce blu? No, grazie. E non è un semplice parere, ma una sorta di piccolo-grande plebiscito quello che sta emergendo dalla sottoscrizione lanciata dal comitato “No strisce blu” a San Donato Milanese. La petizione contro la sosta a pagamento in un paio di settimane ha già raccolto circa 200 firme.

La campagna vede in campo una delegazione che, coordinata dal presidente Italo Scardovelli, conta sulla partecipazione quasi tutte le forze di opposizione insieme ad una cordata di cittadini. Che nella loro mobilitazione, attraversi decine di banchetti, una piattaforma online e il sostegno di circa venti negozianti, hanno convinto numerosi sandonatesi a sostenerne la battaglia: «Restiamo convinti che l’amministrazione comunale riguardo il nuovo Piano particolareggiato della sosta stia perseguendo una strategia sbagliata – dice Scardovelli -, in quanto gli stalli a pagamento di fatto si tradurranno in una nuova tassa carico dei cittadini».

Forti del risultato ottenuto, i promotori vogliono portare avanti la petizione con nuovi presidi già in programma che raggiungeranno i quartieri del territorio e i luoghi più frequentati della città. Di certo la trasversalità politica e civile dell’iniziativa, sostenuta da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Insieme per San Donato, L’altra San Donato, Lega Nord, Movimento 5 stelle e San Donato ci piace, nonché da numerosi cittadini e commercianti, è un valore aggiunto di cui tenere conto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.