Schiuma e bolle nel colatore, ma nessuno fa le verifiche
La schiuma apparsa sul Brembiolo

Schiuma nel Brembiolo, mistero sulle cause

Il fenomeno dura da alcuni giorni a Casalpusterlengo: potrebbe anche trattarsi del risultato del dilavamento dei campi da parte della pioggia

È “giallo” a Casalpusterlengo sulla schiuma con tanto di bolle che da alcuni giorni è apparsa sulle acque del Brembiolo, accompagnata da un intenso odore di liquame. Secondo le testimonianze di alcuni pescatori si sarebbero registrate morie di carpe a valle della città. Dalla polizia locale e dall’ufficio tecnico comunale non arrivano commenti, ma secondo l’assessore all’ambiente Luca Canova potrebbe trattarsi di un fenomeno naturale dovuto al dilavamento dei campi a seguito delle forti piogge di questi giorni.

Ecco come si presentava il Brembiolo ieri

Le segnalazioni dei cittadini sono arrivate negli ultimi due giorni e, almeno lunedì, oltre alle bolle la gente ha notato un intenso odore di liquame, tanto che diversi hanno subito puntato il dito contro alcuni allevamenti zootecnici. Intanto alcuni pescatori raccontano di una moria di carpe nel Brembiolo tra Casale e Somaglia.

La polizia locale della Provincia di Lodi avanza la stessa ipotesi dell’amministrazione: «Non abbiamo ricevuto segnalazioni di alcun tipo da Casale né dagli altri comuni sull’asta del Brembiolo. Tuttavia nei giorni scorsi abbiamo avuto un’indicazione del tutto analoga da Brembio, ma dopo le verifiche del caso abbiamo appurato che era riconducibile proprio al fenomeno del dilavamento dei campi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.