Infarto in casa, il 118 la salva al... telefono

Infarto in casa, il 118 la salva al... telefono

Guidati dagli operatori i familiari di una 50enne di Tavazzano sono riusciti a tenerla in vita

Il suo cuore aveva smesso di battere, mentre era in casa. Ma per fortuna non da sola, anzi: a soccorrerla, con encomiabile tempestività e sangue freddo, c’erano alcuni suoi familiari. Che hanno avuto la prontezza prima di cominciare a praticarle un massaggio cardio-respiratorio, e poi di telefonare subito al 118. Grazie alle cui indicazioni la donna è rimasta in vita, permettendo all’ambulanza di giungere a casa sua e di trasportarla per tempo in ospedale.

Un defibrillatore

L’allarme è scattato lunedì mattina attorno alle 8. Accortisi della gravità della situazione, i familiari della donna (una cinquantenne), hanno cominciato subito a massaggiarla, alzando contestualmente la cornetta per chiedere aiuto al 118. Così, mentre da Paullo partivano i primi soccorsi, l’operatore ha guidato telefonicamente gli improvvisati ma lucidissimi “infermieri” nella gestione dell’emergenza, scandendo i passaggi da seguire per provare a riattivare il battito cardiaco della donna. Un’operazione portata brillantemente in porto, guadagnando minuti fondamentali per provare a salvare la paziente.

Al suo arrivo, il personale medico ha immediatamente utilizzato il defibrillatore per soccorrere la donna, trasportata in ambulanza al Pronto Soccorso di Lodi e da qui portata prima nel reparto di emodinamica per la coronarografia d’urgenza e poi trasferita in terapia intensiva. La cinquantenne è ancora in prognosi riservata, ma in condizioni stazionarie. Le prossime 48 ore saranno fondamentali per definire il suo quadro clinico: di certo, senza la prontezza dei familiari e la guida sicura del 118, le cose sarebbero finite molto peggio.

Leggi l’approfondimento sull’edizione de “il Cittadino” in edicola martedì 13 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.