Scatta il blitz dentro una cascina: i vigili scoprono un canile abusivo
Il blitz della polizia locale Unione Nord Lodigiano alla cascina: i cani erano sporrchi e malnutriti

Un canile abusivo in cascina: trenta animali sporchi e denutriti

A Cervignano un 45enne aveva ricavato una “pensione” illegale in una parte dell’immobile, ma i cani erano abbandonati: due esemplari sono morti di stenti

Disoccupato, si era inventato una “pensione” per cani abusiva all’interno di una cascina diroccata di Cervignano. Un 45enne del paese è finito però nei guai quando la polizia locale ha fatto irruzione nella struttura trovando due animali morti e un’altra trentina in stato di grave disagio fisico per sporcizia e denutrizione. L’uomo è stato denunciato per maltrattamento di animali. I cani, per lo più esemplari da caccia, sono stati posti in custodia presso una struttura di Villa Pompeiana, in attesa di essere restituiti ai proprietari.

I cani che avrebbero dovuto essere “a pensione” nella struttura

Dai controlli veterinari, sembra che molti “ospiti” non mangiassero da giorni. Inizialmente l’uomo ha cercato di difendersi dicendo di aver trovato quei 31 cani denutriti edi aver costruito per loro una cuccia, in seguito però ha dovuto ammettere che gli erano stati affidati con tanto di mangime e pagamento mensile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.