Nuove tensioni tra i lavoratori alla Ceva di Somaglia
La situazione davanti alla logistica oggi è molto tesa

Nuove tensioni tra i lavoratori alla Ceva di Somaglia

I sindacati di base bloccano i cancelli, ma molti dipendenti vogliono entrare

(ore 14) Ancora tutto in stallo ai cancelli della Ceva. Momenti di tensione in mattinata tra lavoratori su fronti contrapposti, i Si Cobas a imporre il fermo delle lavorazioni, tutti gli altri a voler entrare in fabbrica, con un dispiegamento imponente di carabinieri e polizia a tenere sott’occhio la situazione senza alcun intervento. Una soluzione non sembra a portata di mano, e già si teme un nuovo blocco ai cancelli per domani. La protesta dei Si Cobas parte da un appalto di cooperativa rinnovato a gennaio nello stabilimento di Somaglia, ma si inserisce nel quadro di lotta degli autonomi già avviato in altre sedi Ceva a Stradella e Castel San Giovanni, mentre i confederali lamentano l’assenza delle istituzioni e l’impossibilità dei lavoratori di accedere al sito produttivo, «dove al momento non ci sono criticità», perdendo così una giornata di lavoro.

(ore 9) I Si Cobas bloccano i cancelli della Ceva a Somaglia, molti lavoratori vogliono entrare a lavorare ma sono fermati all’ingresso. Ancora tensioni nella logistica. Il sindacato di base ha imposto il fermo delle lavorazioni denunciando la mancata applicazione del contratto nazionale e presunte irregolarità in un cambio d’appalto, ma Cgil e Cisl ribattono: contratto applicato, solo pretesti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.