I vandalismi costano caro: «Danni economici rilevanti»
Solo qualche settimana fa i vandali si sono accaniti nuovamente contro la staccionata in legno in fondo al parcheggio di via Polenghi Lombardo, distrutta e divelta

I vandalismi costano caro a Codogno: «Danni economici rilevanti»

Ogni anno impegnati 30mila euro dal Comune per le riparazioni

Andrea Bagatta

Ogni anno la città di Codogno perde l’asfaltatura di due strade di media grandezza perché le risorse sono dirottate alle riparazioni dei vandalismi. È di circa 25 o 30mila euro l’anno l’impegno che il Comune sopporta tra finanziamento e ore di lavoro per la sistemazione degli atti vandalici in città. «Importante che la gente sappia, perché il vandalismo non è solo mancanza di rispetto, ma anche un danno economico per le casse comunali, e non di poco conto», spiega l’assessore Severino Giovannini.

L’ultimo grande atto vandalico compiuto alcune settimane fa (o meglio proseguito nel corso degli ultimi mesi e rilevato interamente poche settimane fa) è quello della staccionata in legno in fondo al parcheggio di via Polenghi Lombardo, distrutta e quasi completamente divelta. Una spesa cospicua per le casse comunali nel caso di rifacimento totale.

Ma nello stesso periodo è stato danneggiato l’impianto di irrigazione del giardino del parcheggio del cimitero, e vandalismi sono arrivati anche nei parchi giochi disseminati in città, soprattutto nel quartiere dei poeti. Attrezzature rotte, imbrattamenti, cestini rovesciati e distrutti, così solo per gioco. Per non parlare di piazza Cairoli, i cui giardini hanno subito un po’ di tutto, dalla schiuma nella fontana ai fiori completamente strappati e gettati a terra poco distante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.