Strisce invisibili, pedoni in pericolo
Sopra un attraversamento pedonale in corso Mazzini, sotto a sinistra le strisce all’incrocio di via Baroni e via Gandini e a destra in via San Bassiano

Strisce invisibili, pedoni in pericolo a Lodi

In corso Mazzini la segnaletica orizzontale è scomparsa, così come in piazza San Francesco

Greta Boni

Strisce pedonali invisibili in alcuni punti della città del Barbarossa. Una delle strade che necessitano di un’“imbiancata” è sicuramente corso Mazzini, trafficatissima e più volte al centro di cantieri per il teleriscaldamento e il rifacimento dei marciapiedi. Gli attraversamenti scomparsi dal radar dei pedoni si trovano là dove non c’è un semaforo a regolare il flusso dei veicoli. Anche via San Colombano ha bisogno di un restyling della segnaletica orizzontale, soprattutto perché le auto transitano spesso a velocità sostenuta e i pedoni preferiscono aspettare che non ci sia nessuno all’orizzonte piuttosto che camminare su strisce fantasma.

In viale Europa l’attraversamento più critico è quello situato in prossimità delle case popolari, spostandosi verso la “muraglia”, l’edificio Aler di San Fereolo, si nota che le strisce che portano in piazza Omegna si vedono solo per metà. In questo caso l’attraversamento pedonale è provvisto di isola spartitraffico, in passato non sono mancati incidenti.

Al Pratello la segnaletica è svanita per esempio all’incrocio tra via del Pratello e via Pace di Lodi, mentre a Porta Regale dovrà essere rifatta in via Lodivecchio, proprio dove si sta costruendo una palazzina. L’asse via Lodivecchio-via San Bassiano è spesso teatro di incidenti, tra gli abitanti c’è chi invoca un occhio di riguardo. Restando in questa zona, ormai non si vedono più le strisce all’incrocio tra via Gandini e via Baroni, nei pressi della stazione ferroviaria.

In viale Milano manca una parte dell’attraversamento in corrispondenza del comparto commerciale che ospita Sapore di mare. Alla Martinetta, invece, tra via Torino e la via Emilia, quasi in corrispondenza della rotonda, spuntano due attraversamenti vicini, uno più sbiadito rispetto all’altro: in questo caso c’è chi ha un momento di esitazione, non sapendo bene quale dei due utilizzare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.