Una “cipolla” inesplosa scoperta tra le case
Il vicesindaco e l’artificiere

Una “cipolla” inesplosa scoperta tra le case

Il maxi petardo è stato fatto brillare

Bomba in ammollo nell’acqua per evitare l’esplosione che avrebbe potuto avere effetti devastanti, triplicati rispetto al reale potenziale di questa “cipolla” artigianale, perché ritrovata in uno spazio ristretto, a 2 metri e mezzo dalle case all’ingresso di Bustighera. Sono stati gli addetti al servizio di pulizia ad accorgersi del maxi petardo.

Sono stati gli addetti al servizio di pulizia delle strade, che ieri si sono accorti di quello che aveva l’apparenza di un petardo inesploso. Non si sono azzardati a toccarlo e hanno informato immediatamente gli agenti della polizia locale. In pochi minuti, sono stati attivati gli uffici ed è stato richiesto l’intervento di un maestro artificiere per valutare la pericolosità del “petardo” e “disinnescarlo”. «Abbiamo la fortuna – dice il vice sindaco Gianni Fabiano – di avere sul territorio un artificiere di lunga data: abbiamo chiesto il suo aiuto. Lui si è precipitato nella frazione, senza perdere tempo». È intervenuto Gaetano Carenzi, che negli ultimi 13 anni ha girato per le scuole della provincia, per svolgere lezioni sui botti sicuri.

Il centro di Bustighera

Senza paura, ha raggiunto l’angolo tra la cascina Lovati e il ristorante, dove è stato rinvenuto il “pezzo” esplosivo e ne ha valutato la pericolosità. Una “cipolla” grande quanto una scodella, avvolta nella carta, di fattura artigianale ma ben realizzata.

«Una “cipolla” illegale avverte l’artificiere -: purtroppo si vendono abusivamente, ignorandone il rischio. In questo caso, c’era ancora la miccia e non è chiaro il motivo per cui non è stata fatta esplodere ed è stata trovata in quel posto. Fortunatamente non l’hanno fatta brillare, perché gli effetti qui sono tre volte più devastanti che in campo aperto». Per intenderci gettata in un camion per la raccolta dei rifiuti avrebbe potuto squarciarlo, comunque nella via chiusa provocare danni alle strutture. Malauguratamente anche a chi, incautamente l’avrebbe maneggiata senza allontanarsi per tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.