Un’alleanza fra i sindaci nella battaglia anti fanghi
Numerosi i sindaci lodigiani presenti al vertice di San Martino Siccomario

Fanghi nei campi: un’alleanza tra i sindaci per dire basta

Vertice fra i 65 Comuni lodigiani e pavesi che hanno fatto ricorso al Tar

Determinati ad andare fino in fondo, per tutelare la salute dei propri cittadini. Ed evitare che i campi sia inondati di sostanze inquinanti. Sindaci lodigiani e pavesi uniti nella battaglia sui fanghi in agricoltura, con il coordinamento dei comuni di Lodi Vecchio e San Martino Siccomario e rispettivamente dei sindaci Alberto Vitale e Alessandro Zocca. Mercoledì sera, a Santa Cristina e Bissone, il vertice tra i 65 comuni che hanno aderito al ricorso al Tar contro la delibera di giunta regionale che innalza il valore limite di idrocarburi nei fanghi da 50 microgrammi a 10 mila per chilo. Cinquantuno municipi hanno aderito in modo diretto, perché coinvolti dagli spandimenti, tra cui 20 enti lodigiani (ovvero Bertonico, Brembio, Camairago, Casaletto, Casalpusterlengo, Castiglione, Castiraga, Cavacurta, Cervignano, Cornegliano Laudense, Graffignana, Lodi Vecchio, Mairago, Orio Litta, Ossago, Pieve Fissiraga, San Martino in Strada, Senna Lodigiana, Somaglia, Tavazzano).

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de il Cittadino in edicola il 15 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.