Bicicletta? Basta un’applicazione
Da sinistra Marco Menichetti, Marco Segala, Antonio Rapisarda, Caterina Molinari e Andrea Checchi: sindaci e manager del settore ieri a San Donato

Bicicletta? Basta un’applicazione

La due ruote può essere noleggiata e parcheggiata ovunque: è dotata di un localizzatore

Barbara Sanaldi

Dalla voglia di muoversi velocemente all’interno del campus universitario di Pechino, ai quasi 7 milioni di chilometri percorsi ogni giorno, con 200 milioni di utenti unici sparsi in 16 Paesi, e la voglia irrefrenabile di trasformare l’inconfondibile bici gialla in «nuova rivoluzione dolce». Che, dopo Milano, sbarca inarrestabile anche a San Donato, San Giuliano e Peschiera Borromeo, primi tre comuni di Città Metropolitana a cogliere al volo quella che è «una grandissima opportunità per offrire un nuovo, prezioso servizio capace di offrire un valido incentivo alla costruzione di un nuovo modello di mobilità». È stato presentato a Cascina Roma, dai vertici italiani di Ofo – start-up nata in Cina nel 2014 dall’inventiva di un giovanissimo studente, Dai Wei, che cercava il modo per potersi spostare liberamente attraverso il campus universitario, e diventata in soli tre anni una realtà diffusa in tutto il mondo – il progetto che vede tre Comuni, San Donato appunto, ma anche San Giuliano e Peschiera Borromeo, diventare i primi dell’hinterland ad accogliere le bici “a libero rilascio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.