Furbi dei rifiuti: a Lodi arriva la prima fototrappola

Furbi dei rifiuti: a Lodi arriva la prima fototrappola

Matteo Brunello

Fototrappole per incastrare i furbetti dei rifiuti. La prima è stata installata ieri nel parcheggio di via Villani, vicino alla stazione. L’iniziativa è del Comune di Lodi, in collaborazione con Linea Gestioni, l’azienda incaricata della raccolta e smaltimento rifiuti.

Il nuovo sistema di videocontrollo è stato posizionato all’interno dell’area di sosta, in un punto poco visibile, e avrà una funzione di prevenire l’abbandono di immondizia e di registrare le immagini dei conferimenti abusivi. In zona sono stati affissi ieri anche diversi cartelli, informando che l’area è videosorvegliata. «Per il momento questa è una sperimentazione e abbiamo deciso di comunicare la zona individuata per il piano di controllo – spiega l’assessore all’ambiente Alberto Tarchini – al momento l’apparecchio avrà una funzione statistica: se registreremo diversi abbandoni, organizzeremo dei controlli mirati per cogliere sul fatto i responsabili e sanzionarli. Per quanto riguarda invece il passaggio dalle immagini registrate alle multe vere e proprie stiamo ancora facendo delle verifiche di tipo normativo». Il Comune di Lodi ha annunciato che installerà una decina di “fototrappole” nel capoluogo, un piano che rientra nella terapia d’urto del Broletto per fermare la diffusione delle discariche abusive. Nel “pacchetto” di igiene urbana del municipio si prevedono quattro spazzamenti stradali settimanali (due meccanizzati e altri due manuali) per ogni zona della differenziata: l’obiettivo è che ogni via veda almeno una volta a settimana il mezzo per lo spazzamento; inoltre il programma del Comune di Lodi comprende la posa di più cestini nei parchi e a bordo strada, e lo spostamento dei cestini gialli per gli abiti usati vicino alle piazzole ecologiche videosorvegliate.

Ieri l’amministrazione municipale ha fatto anche degli interventi di sistemazione del manto stradale nel parcheggio di via Villani, coprendo alcune buche. Per i lavori erano stati posizionati dei cartelli di divieto di sosta, ma delle auto erano rimaste parcheggiate ed è stato necessario chiamare il carro attrezzi. Dal Comune di Lodi hanno informato che sono state cinque le auto rimosse. «Sono molto contento dei lavori di manutenzione che sono stati effettuati al parcheggio di via Villani – conclude l’assessore Tarchini -. Si è trattato di un’operazione ben coordinata che ha coinvolto il Comune, la polizia locale, Astem e Linea Gestioni. Credo si tratti di un bell’esempio dell’attenzione crescente che l’amministrazione sta dedicando a luoghi che erano stati del tutto abbandonati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.