Ospedale di Lodi, pistole al peperoncino per le guardie giurate

Ospedale di Lodi, pistole al peperoncino per le guardie giurate

La società Rossetti Group alza il livello di dotazione delle guardie giurate in servizio all’ospedale Maggiore di Lodi: da una settimana infatti sono armate di pistole al peperoncino. Il dispositivo è stato adottato in seguito all’aggressione subita da un dipendente della società la notte del 18 agosto mentre era di guardia al Maggiore. Quella notte il vigilante, 49 anni di Crema, aveva solo il suo cellulare e il cordless dell’ospedale, strumenti rivelatisi insufficienti a difendersi dal pluripregiudicato romeno di 32 anni che lo ha assalito ed è poi stato tratto in arresto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.