Svuotate le auto dei bagnanti a Boffalora

Svuotate le auto dei bagnanti a Boffalora

E.C.

Vanno a prendere il sole lungo il fiume e trovano l’auto col finestrino rotto. Succede sempre più spesso e l’ultimo episodio è avvenuto ieri a due amiche che si erano allontanate per poco più di un’ora. Per poi trovare la macchina col finestrino in frantumi e il segno evidente che qualcuno si era introdotto nell’abitacolo frugando dappertutto. “Senza trovare niente, perché non c’era nulla da rubare - racconta la proprietaria -. Purtroppo però il danno l’ho subito e pesante. C’è da dire che è meglio che non mi sia accorta di nulla, perché se fossi tornata quell’attimo prima con la mia amica, non so cosa avremmo potuto fare, due donne in un luogo isolato, se non aspettare che il balordo finisse di rovistare». L’auto era stata lasciata sull’ultimo tratto di strada prima di accedere al sentiero del fiume, dove sono situati anche i cassonetti. «C’era anche poca gente, è successo durante la settimana - racconta -. Una bella sorpresa: c’era solo la mia Opel Meriva e aveva il vetro posteriore destro rotto». Episodi di questo tipo non sono isolati. Segnalazioni ce ne sono state diverse, sospetti nessuno. «Qualche balordo senz’altro - azzarda l’ultima vittima -. Qualcuno che aspetta: appena un’auto parcheggia e gli occupanti si allontanano, ruba sulle auto. Non penso sia un ladro occasionale». Ed effettivamente la sequela di episodi fa pensare che non si tratti di appostamenti sporadici, ma di furti sistematici commessi molto probabilmente dalla stessa persona o dalle stesse persone. Quasi sempre i furti non vengono denunciati a sentire il popolo dei bagnanti. «Il portafoglio non lo rubano mai a nessuno - spiega un anziano a spasso in bicicletta -: i ladri rubano monetine, occhiali da sole, a volte scarpe e ricambi. Niente dipiù. I portafogli con i soldi i bagnanti se li portano dietro, non vengono lasciati in macchina. I furti ci sono sempre stati e tanti: ce ne saranno una manciata a settimana, forse di più. Non è una grossa novità, forse lo è che se ne parli. È facile: i proprietari sono lontani, il ladro sa di poter agire indisturbato e coglie l’occasione. Più che altro non bisogna lasciare cose in vista: sembra una stupidaggine, ma può fare la differenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.