Melegnano, Barbato non è più il comandante dei vigili di Milano

Melegnano, Barbato non è più il comandante dei vigili di Milano

Al comando dei “ghisa” di Milano dal 29 gennaio dello scorso anno, ieri il melegnanese Antonio Barbato, 57 anni, è stato destinato ad altro incarico, non più nella polizia locale la cui divisa vestiva ormai da 35 anni. È la decisione presa dal sindaco metropolitano Giuseppe Sala dopo che la Commissione sulla legalità e trasparenza del Comune di Milano, guidata dall’ex pm di Mani pulite, Gherardo Colombo, ieri mattina ha valutato che “il solo ipotizzare di poter accettare l’ipotesi che una società di security faccia pedinare un proprio collega, con il quale sembra esservi in corso uno scambio di querele, depone in senso avverso alla correttezza che un comandante deve avere” e che “per ricoprire un incarico così delicato e vitale per l’ordinato svolgimento della vita pubblica, sia indispensabile, il più ampio riconoscimento di una costantemente ineccepibile condotta che, quotidianamente, riaffermi la pubblica autorevolezza della carica”. Sala assicura che è stato lo stesso Barbato a chiedere lo spostamento, dopo aver presentato una memoria difensiva, anch’essa valutata da Colombo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.