«Stanno smantellando l’oncologia di Casale»

«Stanno smantellando l’oncologia di Casale»

Accorpamenti in vista per l’estate al settore oncologico dell’ospedale di Casale, nella riorganizzazione rischiano di finire il reparto oncologico, il servizio di day hospital e forse anche l’hospice. Obiettivo ridurre i posti letto, in modo da poter far fronte alle attività con il minor personale disponibile, già oggi ridotto all’osso in tutta l’oncologia dell’Azienda ospedaliera per i mancati rimpiazzi dei medici e degli infermieri usciti per pensionamento o spostati in altri servizi. Personale medico e infermieristico in subbuglio, e ora scende in campo anche il Samaritano, la onlus della Bassa che da anni è attiva nella cura del paziente oncologico e della famiglia, direttamente con il suo presidente Roberto Franchi, ex oncologo a Casale oggi in pensione. «Negli ultimi anni abbiamo assistito a un lento, progressivo, scientifico smantellamento di quel piccolo gioiello di efficienza, professionalità, umanità» si legge in una lettera aperta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.