Consacrata sabato 25 marzo la nuova parrocchiale di Dresano

Consacrata sabato 25 marzo la nuova parrocchiale di Dresano

Emanuele Dolcini

Si aprono le porte della nuova chiesa della Madonnina a Dresano: confermata la data di sabato 25 marzo, dalle 20.30, per la consacrazione dell’edificio di culto costruito negli ultimi quattro anni. Sarà presente il vescovo di Lodi monsignor Maurizio Malvestiti, al termine della giornata della visita pastorale di Papa Francesco a Milano. I dresanesi, assieme a molte altre parrocchie del Sudmilano (alcune comprese in diocesi di Lodi) parteciperanno durante il pomeriggio alla Messa del Pontefice a Monza e in serata potranno entrare nella parrocchia nuova. Il parroco don Alfonso Rossetti precisa che «la data del 25 marzo è stata scelta per varie motivazioni, cominciando dalla festività liturgica dell’Annunciazione, collegata a una parrocchia mariana». Il programma sarà assai semplice con la Messa di dedicazione, concelebrata dal vescovo, e a seguire l’inaugurazione dell’intera struttura, compreso il Centro parrocchiale. Si tratterà di una inaugurazione ambientale, mentre per dare impulso alle attività occorrerà attendere. «Di fatto pastoralmente ci vorrà un pò di tempo per organizzare tutte le attività della nascente parrocchia, anche quelle oratoriane col coinvolgimento dei laici - continua il sacerdote parroco anche a Casalmaiocco - ma l’obiettivo verrà raggiunto presto». La nuova chiesa della Madonna delle Grazie è al servizio di due comuni: Dresano e Casalmaiocco in quanto l’abitato di Madonnina, intercluso fra la provinciale Pandina e la Sordio-Bettola, appartiene alle due amministrazioni limitrofe. Anche per queste ragioni la capacità è stata progettata per quasi quattrocento persone. La progettazione dello studio Multari e Corvino di Milano è stata avviata nel 2011 dopo l’approvazione Cei, dando forma a un’ambiente sviluppato attorno ad un’aula unica e ad un vasto sagrato di accesso che introduce all’interno. I lavori effettivi sono iniziati a fine 2012 con la posa della prima pietra, benedetta dall’allora vescovo Giuseppe Merisi. Negli ultimi giorni sono state effettuate alcune potature di alberi lungo via Pavia, la strada che corre davanti alla facciata, in modo da liberare la visuale. Dal punto di vista urbanistico nei prossimi anni l’intera zona al cui centro sorge il caratteristico edificio cilindrico della parrocchiale sarà interessata da una variante al Piano regolatore che porterà cambiamenti importanti. Il primo è la realizzazione di un supermercato, una media superficie di vendita con ingresso dalla Cerca, la cui costruzione potrebbe essere avviata entro il 2017. Fra l’area commerciale e il

Centro parrocchiale correrà un filare alberato con ciclopedonale. L’intervento sarà completato da alcuni edifici residenziali retrostanti la zona verde.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.