Richiesta di rinvio a giudizio per l’ex primario di radiologia a Lodi

Richiesta di rinvio a giudizio per l’ex primario di radiologia a Lodi

Richiesta di rinvio a giudizio per l’ex primario della radiologia di Lodi Paolo Poggi, oggi alla Maugeri. Lui e il medico Brunello Pazzoni sono finiti sul banco degli imputati per il decesso della giovane Ilaria Oleotti, 26enne di Crema, morta di un tumore al ginocchio che non sarebbe stato diagnosticato in tempo. «Mia figlia - racconta il papà di Ilaria Gian Antonio Oleotti -, nell’arco di 9 mesi, dal dicembre 2013 al settembre 2014, ha eseguito 6 visite e 6 ecografie con il dottor Pazzoni e una risonanza magnetica del ginocchio con il dottor Poggi, per un nodulo al ginocchio e alla coscia destra. Il nodulo era stato continuamente interpretato come ematoma e stravaso ematico. In 9 mesi la massa è aumentata. Sono inoltre comparse metastasi linfonodali inguinali e iliache, mentre l’arto inferiore destro è diventato sempre più gonfio e dolente, bloccando la normale deambulazione». «L’accusa per i medici è di omicidio colposo con imperizia e negligenza - spiega l’avvocato Marcello Campisani -. Poggi ha consegnato il referto della risonanza magnetica al centro medico senza nemmeno parlare con la paziente». Poggi è accusato di «non aver correttamente interpretato le immagini della risonanza e nell’aver omesso di svolgere gli indispensabili approfondimenti diagnostici costituiti dalla ripetizione dell’esame dopo infusione di mezzo di contrasto e nel non aver prescritto esame istologico da effettuarsi mediante ago-biopsia della lesione». L’udienza sarà il 9 febbraio a Cremona. Solo il giudice potrà valutare se si è trattato effettivamente di un caso di malasanità. Ieri non è stato possibile raggiungere il legale del radiologo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.