A Riozzo una sagra al ritmo della banda

Il Corpo musicale “Giuseppe Verdi” festeggia i suoi primi 15 anni

Emanuele Dolcini

Il 22 maggio 1979 veniva costituita a Riozzo, frazione di Cerro al Lambro, la nuova parrocchia di San Lorenzo Martire, consacrata cinque anni dopo al termine dei lavori per l’attuale edificio di culto. In quel giorno nasceva la tradizione di una sagra fra le più ricche del circondario melegnanese, protagonista per un’intera settimana negli spazi parrocchiali di via Bismantova. Anche nel 2011, superata la trentesima edizione, il Comitato sagra ha fatto le cose in grande iniziando lo scorso 20 maggio a proporre appuntamenti per un vivace calendario che confluirà verso la festa di domenica prossima, 29 maggio. Già da una settimana all’ombra della chiesa “nuova” di Riozzo (l’altra è quella storica di San Rocco, in festa il 16 agosto secondo rigorosa tradizione) ogni sera c’è un motivo di richiamo rappresentato da musica, gastronomia e vetrine delle associazioni locali. Il momento più ricco della kermesse è però atteso nel giorno della festività religiosa, che sarà partecipata innanzitutto con la Messa solenne in San Lorenzo alle 10 di domenica. A seguire suggestivo lancio di palloncini sul sagrato popolato dagli stand di associazioni, bancarelle, produttori enogastronomici e realtà commerciali imprenditoriali locali.

A mezzogiorno in oratorio l’associazione Argento Vivo, dinamico punto di riferimento per la terza età del comune, offrirà a tutti l’aperitivo della sagra. Alle ore 11 inizierà con una sfilata per le vie cittadine l’importante compleanno del Corpo musicale “Giuseppe Verdi”, la banda di Riozzo e Cerro al Lambro. Fondato nel 1996 e da allora presenza stabile nelle principali ricorrenze civiche, il corpo musicale arricchisce la festa del paese con le sue prime quindici candeline. La forma scelta è quella di un concerto a quattro, itinerante per strade e piazze, assieme alle bande di San Giuliano Milanese, Paullo e Pontenossa, in provincia di Bergamo. Il vero e proprio raduno bandistico però non sarà di mattina, ma inizierà alle ore 16 di domenica, partendo da quattro punti diversi e convergendo alle 17.45 in oratorio per il concerto finale. Per tutto il pomeriggio di domenica l’oratorio di San Lorenzo, che ospita in modo stabile il mercatino delle pulci, la pesca di beneficenza e la lotteria della sagra, sarà anche un parco giochi per bambini con gonfiabili e il “Gira gioco”, in programma alle ore 15 presso la scuola materna (manifestazione a cura del gruppo culturale). Lo stand della Pro loco si dividerà fra storia del paese (cartoline storiche, “pan de san Rocc” e altro), il Tiro alle sagome e “Radio Pro loco”. Alle ore 16 in oratorio dimostrazione di karate per bambini con la Scuola Shito-Ryu Mabuni; alle 17 si passa al judo con il Judo Club Shiro Saigo. Ancora un passaggio di testimone fra arti marziali: alle 17 Tai Chi e Kung Fu Shaolin, organizza l’associazione sportiva Soffi d’Oriente. Chiusura dalle 21 in poi con ballo liscio, ristorante ed estrazione della lotteria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.