Solo: A Star Wars Story

Solo: A Star Wars Story

Regia: Ron Howard

Genere: Fantascienza

Anno: 2018

Con: Alden Ehrenreich, Woody Harrelson, Emilia Clarke, Donald Glover, Thandie Newton, Joonas Suotamo, Phoebe Waller-Bridge, Richard Dixon, Ian Kenny, Paul Bettany, Deepak Anand, Douglas Robson

Dopo “Rogue One”, forse la migliore tra le fatiche nate sotto il marchio Disney, l’universo non canonico di Star Wars, quello slegato dalle vicende della famiglia Skywalker, si arricchisce di un nuovo capitolo. Come nasce la leggenda di Han Solo, il famigerato contrabbandiere spaziale che con il suo Millennium Falcon ha fatto la rotta di Kessel in meno di dodici parsec? “Solo” prova a dare una risposta, portandoci indietro nel tempo, come collocazione siamo ben prima di quanto raccontato in “Guerre Stellari”, e ripercorrendo le avventure di un giovane Han. Dall’amicizia con colui che diventerà il suo storico copilota, lo wookie Chewbacca, all’incontro con il giocatore d’azzardo Lando Calrissian. Tra audaci bravate, razze aliene, viaggi a velocità luce e le oscure ombre che porteranno alla nascita dell’Impero, non mancheranno una bella donna, interpretata dalla “regina dei draghi” Emilia Clarke, e due loschi filibustieri, Tobias Beckett (Woody Harrelson), mentore di Han, e Dryden Vos (Paul Bettany). Produzione non semplice quella di “Solo”, a partire dalla “caccia” al protagonista. Oltre 3.000 gli attori che hanno affrontato i casting, tra loro l’ha spuntata Alden Ehrenreich, classe 1989, visto in “Blue Jasmine”, “Ave, Cesare!” e “L’eccezione alla regola”. La scelta del protagonista (che ha lasciato e continua a lasciare un po' perplessi), è stata, però, una passeggiata di salute, se paragonata ai grossi problemi affrontati sul fronte regia. I prescelti, Phil Lord e Christopher Miller, noti per “Piovono polpette”, “21 Jump Street” e “22 Jump Street”, hanno avuto più di un contrasto con la Lucasfilm e con lo storico sceneggiatore della saga Lawrence Kasdan (autore del primo “Guerre Stellari”, nonché de “L’Impero colpisce ancora”, “Il Ritorno delle Jedi” e “Il Risveglio della Forza”). Divergenze artistiche che hanno portato al licenziamento di Lord e Miller, con conseguente sospensione delle riprese. Il timone è stato, poi, affidato al più conciliante Ron Howard. Nel cast, accanto a Ehrenreich, troviamo Donald Glover (“Atlanta”, “The Martian”), nei panni di un giovane Lando, e Joonas Suotamo, ex cestista finlandese, sotto la “pelliccia” di Chewbe.