Sarà consacrato in San Pietro, il pomeriggio dell’11 ottobre
La fotografia è stata scattata in questi giorni nel corso dell’incontro svoltosi a Washington a favore dei cristiani perseguitati in Medio Oriente. Da destra: Sua Santità Aram I (Catholicos degli Armeni Apostolici di Cilicia con sede ad Antelias in Libano) il cardinale Leonardo Sandri (prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali), il vescovo maronita di Los Angeles Mar Elias Zaidan e... monsignor Maurizio Malvestiti futuro vescovo della diocesi di Lodi

Sarà consacrato in San Pietro, il pomeriggio dell’11 ottobre

La celebrazione si terrà nella basilica di San Pietro in Vaticano. Monsignor Merisi lascerà Lodi e risiederà

al Santuario della Madonna dei Campi di Stezzano

In queste ore è stato reso noto l’orario preciso della consacrazione episcopale di Monsignor Maurizio Malvestiti, il futuro vescovo di Lodi: sarà alle ore 16 di sabato 11 ottobre, nella basilica di San Pietro in Vaticano. Presiederà la solenne consacrazione il cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, il dicastero vaticano del quale monsignor Malvestiti è - da lunghi anni - sottosegretario. Consacranti, a fianco del cardinale, saranno monsignor Giuseppe Merisi amministratore apostolico della diocesi di Lodi e monsignor Francesco Beschi vescovo di Bergamo. Prenderanno parte alla consacrazione numerosi vescovi (tra cui il lodigiano monsignor Claudio Baggini vescovo emerito di Vigevano) e numerosi esponenti delle Chiese orientali, convenuti a Roma per il Sinodo.

I SUCCESSI APPUNTAMENTI

Ricordiamo i due importanti successivi appuntamenti. Sabato sera 18 ottobre alle ore 21 la diocesi di Lodi saluterà ufficialmente monsignor Merisi per i lunghi nove anni trascorsi alla guida della comunità di San Bassiano. Nel pomeriggio di domenica 26 ottobre il nuovo vescovo prenderà possesso della diocesi e inizierà solennemente il ministero pastorale.

MONSIGNOR MERISI A STEZZANO

Monsignor Giuseppe Merisi, amministratore apostolico di Lodi, non cessa di esortare la diocesi a guardare all’arrivo del suo successore con quattro precisi atteggiamenti: accogliere, ascoltare, aiutare, accompagnare con amicizia.

Monsignor Merisi, dopo l’ingresso del nuovo vescovo monsignor Maurizio Malvestiti, lascerà Lodi e risiederà presso il santuario della Beata Vergine dei Campi di Stezzano. Più noto come santuario della Madonna dei Campi, il santuario di Nostra Signora della Preghiera si trova nella campagna attorno a Stezzano, a 5 chilometri da Bergamo. Secondo la tradizione esisteva una cappella con l’immagine della Madonna, alla quale i contadini erano molto devoti. Un giorno di otto secoli fa, una donna vi scorse una gran luce e le apparve la Madonna con il Bambino. Fu costruita una chiesetta dove nel maggio del 1586 da un pilastro con affrescata la Madonna incominciò a sgorgare acqua; il 12 luglio successivo la Madonna comparve a due bambine di Stezzano.

DOVE PRENOTARE I PASS

Come ricordiamo nell’articolo di questa pagina, sono tre le opzioni di viaggio proposte dalla diocesi per raggiungere Roma e prendere parte all’ordinazione episcopale di monsignor Malvestiti. Il vescovo eletto di Lodi ha affidato all’ufficio diocesano pellegrinaggi e alla agenzia Laus l’organizzazione del pellegrinaggio.

Attenzione: per accedere alla zona (transennata) della basilica di San Pietro dove sarà tenuta la consacrazione di monsignor Malvestiti, si dovrà essere in possesso dei pass. I privati cittadini che raggiungeranno Roma in maniera autonoma per prendere parte all’evento sono invitati a prenotare i pass di accesso presso l’agenzia Laus (Lodi, piazza Mercato 22, aperta dal martedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30, il sabato dalle 9 alle 12.30; lunedì chiuso); la stessa cosa dovranno fare quelle comitive che raggiungeranno Roma autonomamente. La prenotazione deve essere fatta entro e non oltre sabato prossimo 20 settembre.

Per la consegna dei pass saranno diramate ulteriori istruzioni nelle prossime settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.