NEWS
mercoledì 26 luglio 2017 ore 02:43
Ss. Gioacchino e Anna
IL GIORNALE IN EDICOLA
BASSA
Incidente
Tragedia al passaggio a livello tra Maleo e Codogno
16 luglio 2017

(Aggiornamento 17 luglio) Stava tornando a casa dal golf club Il Torrazzo di Cremona, il 77enne Bruno Bocca residente a Fombio che domenica sera ha perso la vita nel tragico incidente al passaggio a livello di Maleo. L’uomo si stava dirigendo verso Codogno e al calare delle sbarre ha tirato dritto, forse per un malore finendo con l’essere investito dal treno in transito. Dalle 19.20 il traffico lungo la linea Milano-Cremona-Mantova è stato sospeso e ha ripreso a funzionare solo alle 2.30. La salma del 77enne si trova adesso presso la camera mortuaria di Casalpusterlengo in attesa dell’autopsia.

(Aggiornamento ore 22 e 30) È un 77enne di Fombio la vittima dell’incidente sulla provinciale 234. Intanto la linea ferroviaria sulla Milano-Mantova resta sempre bloccata, con gravi disagi per i passeggeri, in particolari per quelli rimasti in stazione a Codogno dopo la tragedia. Alcuni di loro hanno contattato la nostra redazione lamentando di essere stati completamente abbandonati al loro destino, senza alcuna assistenza e soprattutto senza la possibilità di poter usufruire di trasporti sostitutivi.

(Aggiornamento ore 20 e 30) La vittima del tragico incidente tra Codogno e Maleo è un uomo: secondo quanto riferito da Rfi in una nota ufficiale, le barriere del passaggio a livello erano chiuse e sono state divelte dall’auto proprio al momento del passaggio del treno. La circolazione risulta interrotta sulla tratta, i passeggeri del treno sono stati fatti scendere e condotti verso la stazione. Trenord garantisce per domani mattina la normale ripresa del traffico sulla Milano-Mantova.

(Aggiornamento ore 19 e 30) Gravissimo incidente al passaggio a livello lungo la provinciale 234 tra Maleo e Codogno, c’è una vittima. La tragedia poco dopo le 19 di domenica 16 luglio, quando un’auto è stata travolta da un treno. Sul posto carabinieri, vigili del fuoco, personale delle Ferrovie e i soccorritori del 118, che purtroppo non hanno potuto far altro che constatare il decesso della persona alla guida della vettura.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
11 commenti.
<< < 1 2 > >>
xenon 19 luglio 2017 08:18
Viro59, quinto potere, non ti rammenta nulla?
PAMPURIO 18 luglio 2017 13:38
Ma invece di scrivere idiozie ( sono stati fatti i lavori, sarà stato il sole, sarà stato un malore, un suicidio), commentando inutilmente l'articolo e non sapendo nulla delle cause, non sarebbe il caso di starsene zitti.
Barbara D'Urso docet.
Piero 18 luglio 2017 06:25
Non so come si faccia a discutere quando c'e' stato un morto.Certo concordo con chi scrive che su Internet molti si professano Giornalisti ,poi non parliamo dei Social dove anche gli asini si sentono geni.Io mi limito solo a scrivere R.i.P.
viro59 17 luglio 2017 15:42
sporting76, si dà il caso che io conosca, personalmente, Giornalisti veri! non quelli che scrivono panzane sul web! e el garantisco che codesti Giornalisti, prima di pubblicare, filtrano confrontano e verificano, le fonti! purtroppo con sto maledetto internet; le notizie sono tutto e subito! a scapito dell'informazione seria che è quella data da Quotidiani e riviste serie e cartacee! adesso voglimi tutto e subito... peccato che pio su internet ci siano al 90% bufale... ma immediate! riflettere prima di scrivere! controllare prima di scrivere... e chi s ene frega se ho bucato la notizia bufala... tanto oi si scopre la verità! le basta come spiegazione? legga attentamente i commenti,, legga cosa scrivono su FB! legga! quelli non sono Giornalisti...
sporting76 17 luglio 2017 08:43
viro59 ma lei quindi (in generale) ha immensa fiducia degli organi stampa che riportano notizie e di chi fa le inchieste...? Non nel caso specifico si intende,... ma in generale se chi di "dovere" avesse rilasciato dati non veritieri alal stampa, lei crede a quanto messo in circolazione (ripeto non nel caso specifico...)...
miriam 17 luglio 2017 08:22
mi unisco a Franz.....sentite condoglianze alla Famiglia e preghiamo per Lui....
ezio 16 luglio 2017 23:43
non diamo per scontato la colpa solo all'automobilista
viro59 16 luglio 2017 22:33
è sucesso che un'auto, per ragioni ignote, ha sfondato le sbarre,proprio quando sopraggiungeva il treno! non c'è bisogno di chiedere al diavolo! ma di limitarsi a leggere quanto riporterà l'inchiesta tramite gli organi di STAMPA!
ezio 16 luglio 2017 21:50
e' vero sono stati fatti dei lavori
Franz 16 luglio 2017 21:44
Hanno fatto dei lavori di riqualificazione. Oggi di preciso non si sa cosa sia successo, probabilmente un malore oppure il sole che lo ha abbagliato impedendogli di vedere che le sbarre erano giù, o magari un suicidio... Comunque condoglianze alla famiglia.