NEWS
giovedì 2 ottobre 2014 ore 12:23
Ss. Angeli Custodi
IL GIORNALE IN EDICOLA
BASSA
Treno soppresso e viaggio da delirio
7 marzo 2012

Un’altra mattina di “passione” per i pendolari della Bassa, con un treno soppresso, il successivo stracarico e costretto a fermate straordinarie e hanno creato l’effetto “carro bestiame” ormai noto ai viaggiatori. Colpa del Piacenza-Milano Greco Pirelli (7.25 da Codogno), che è stato cancellato. Tutti i pendolari codognesi si sono quindi ammassati sul successivo Mantova-Milano. Immaginabile la situazione che si è creata quando il treno ha raggiunto le stazioni di Casale e Secugnago per due fermate straordinarie.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
6 commenti.
Fedrix 08 marzo 2012 10:24
Cosa c'entrano i lavoratori delle FS? C'entrano perché non fanno niente e non sanno neanche cosa vuol dire lavorare! Sono scortesi, nel momento del bisogno non ci sono mai e l'unica cosa che sanno fare è non lavorare!
I Danè? I Soldi? Io pago 99 Euro per un servizio che fa dannatamente schifo e sinceramente mi sembra siano + che eccessivi! I Danè, le FS ne hanno eccome! Se li spartiscono ed è questo il problema!
Giusto per continuare, veniamo ad oggi, sempre con il treno Piacenza Milano Greco delle 7:09 a Lodi. E' arrivato in orario, e questo già sarebbe una notizia da prima pagina perché non succede mai, ma ovviamente visto che c'era il treno delle 7:15 (a Lodi) in ritardo (li vogliamo tutti in orario? eh no, sarebbe troppo!) cosa hanno deciso di fare? Fermiamo il treno delle 7:09 fino alle 7:15 così anche gli altri pendolari saranno felici (peccato che il treno delle 7:09 sia sempre più corto ogni giorno che passa e quindi tutti quanti comunque non ci saremmo stati neanche a volerlo)! Il ragionamento sarebbe anche comprensibile anche se, a questo punto ovviamente si finisce con l'avere 2 treni in ritardo anziché 1. Ma qui arriva il COLPO DI GENIO delle FS giusto per rendere il tutto una barzelletta. Cosa hanno deciso di fare? il 7:09 è rimasto in stazione fino alle 7:15, ma CON LE PORTE CHIUSE! Quindi i passeggeri del treno 7:15 che volevano entrare, non potevano! Ovvio no? Stai in stazione per sostituire il 7:15, ma non fai salire nessuno!
FS... di tutto, di più!
curdirol 08 marzo 2012 08:30
MA COSA VOGLIONI QUESTI PENDOLARI ????

Per treni nuovi , in orario ed efficienti ci vogliono I SOLDI ( i dané).
Siamo un paese di evasori ( magari ci vantiamo del primato) di ladri istituzionali e gente con stipendi da NABBABBI ( che si guardano bene di viaggiare in treno se non gratis ...); viaggiatori (porci ) che viaggiano con le scarpe sporche sul sedile di fronte e ed i controllori si guardano bene dal rimproverarli altrimenti rischiano la vita. Invece di guardare RAI YO YO ( non sarete mica così stupidi di pagare il canone!) guardate "Striscia la notizia" che spesso evidenzia gli sprechi miliardari che potrebbero essere investiti nei trasporti.
Se andiamo avanto così fra poco viaggeremo come in INDIA . Provate ad andare in SVIZZERA/GERMANIA ecc... dove la gente paga le tasse ed attira i fondi internazionali se vi è una situazione come in ITALIA ; provate a mettere i piedi sui sedili di un treno svizzero o a imbrattarlo come fanno i cari , amati ed incoraggiati ARTISTI WRITERS .... vi buttano sotto il treno !
In conclusione ognuno si merita i treni ( e gli ospedali) del Paese in cui vive e che lascia vivere e coltivare con la differenza imperante, tanto come dice BOSSI, BERLUSCONI & CO siamo un paese di m. --- se lo dicono loro... cosa pretendete , cari ,carissimi , pendolari.
ClaudioM 07 marzo 2012 15:33
Beh, ma voi sapete bene che in Italia le priorità sono altre...ad esempio un tunnel per inviare tonnellate di chissà cosa da Torino a Lione...

viaggiare come delle bestie rende più avvincente il quotidiano tragitto verso la sede di lavoro e spezza la monotonìa...
ivcatta 07 marzo 2012 15:19
Cosa c'entrano i lavoratori delle FS con i disagi provocati dai disservizi causati da una cattiva amministrazione dell'azienda? E cosa c'entrano gli scioperi dei ferrovieri in tutto questo? Sono anch'essi lavoratori vittime della stessa insana gestione che, come i clienti pendolari, pagano le conseguenze di efferate scelte imprenditoriali. Non sarebbe forse meglio prendersela con chi devia investimenti e attenzioni solo nei confronti del TAV? Non sarebbe forse meglio raccontare le cose come stanno e cioè che da quando è entrato in servizio il TAV le cose non sono altro che peggiorate e che forse i Valsusini non hanno proprio tutti i torti? O vogliamo continuare a farci raggirare da paroloni e infondate promesse seguitando a fomentare guerre tra chi è dalla stessa parte?
MARK1 07 marzo 2012 10:25
"Con la presente segnaliamo che, come comunicato da alcuni viaggiatori, sui treni diretti della Milano - Mantova sono stati distribuiti biglietti nei quali si invitano i viaggiatori, esasperati per i continui disagi patiti, a NON acquistare il titolo di viaggio per il mese di Marzo 2012. Pur condividendo la frustrazione patita, le sottoscritte associazioni che operano sulla linea desiderano prendere le distanze da questa forma di protesta che non rientra tra quelle previste e portate avanti unitariamente. Le sottoscritte associazioni si ritengono pertanto sollevate da qualsiasi responsabilità in merito alla distribuzione di detto materiale e ad eventuali conseguenze che potrebbero nascerne, oltre che ad eventuali ripercussioni nel caso in cui gli aderenti a detta protesta dovessero essere sanzionati.
Matteo Casoni - Max Gabbiani Comitato Pendolari inOrario"

forse avete sbagliato il nome del comitato " IN RITARDO " è quello corretto... invece di dissociarvi (forse non vi e' chiaro che l'unione fa la forza)e di sollevarvi sarebbe meglio muovere qui bei fondoschiena che avete incollati alle poltrone. FANNULLONI
ditemi a parte le Parole,gli Articoli e le Foto; cosa avete FATTO di Concreto(con i FATTI) ? far venire Striscia la Notizia in stazione a Rogoredo NON BASTA
MARK
Fedrix 07 marzo 2012 09:52
Gentile redazione,
faccio presente che anche lunedì è successa la stessa cosa a Lodi.
Il passante per Saronno delle 6:53 che non parte per qualche misterioso motivo (e dico misterioso perchè a Lodi parlavano di "classico" passeggero che si era sentito male (scusa diventata di moda per non addossarsi le colpe), a Tavazzano di guasto e via dicendo...) ed il treno delle 7:09 (in teoria a Lodi in pratica ad altri orari visto che è PERENNEMENTE in ritardo) da Piacenza per Milano Gredo che diventa un locale.
Peccato che a Lodi NESSUNO l'abbia comunicato (sai com'è, per le FS è un'informazione irrilevante!) con il risultato che i pendolari di Lodi ignari, hanno preso quel treno pensando di arrivare a Milano Rogoredo intorno alle 7:30, ed invece ci arrivano intorno alle 8:00! (addio a coincidenze etc) Ad averlo saputo, i pendolari di Lodi avrebbero preso il diretto delle 7:15 magari no? Eh no... noi non siamo clienti... siamo sempre e solo BESTIAME!
Ma tanto cambia o cambierà qualcosa parlarne? Le Fs se ne fregano, le autorità se ne fregano ed i pendolari sono sempre lasciati da soli.
L'unica cosa che quelli delle FS sanno fare bene, è scioperare! Ah si, in quello sono bravissimi! Per il resto a loro è estraneo sia il concetto di LAVORO (quello vero) che di CLIENTE.