NEWS
mercoledì 26 aprile 2017 ore 08:10
S. Marcellino papa
IL GIORNALE IN EDICOLA
LODI
finanza
Elicottero della Finanza su Lodi: 17 arresti
12 gennaio 2017

(ore 16) Un giro di spaccio da 700 mila euro al mese tra il Nord Lodigiano e San Giuliano Milanese, gestito senza pestarsi i piedi da una famiglia italiana di origini nomadi e da un’altra famiglia originaria del Napoletano, ma anche prestiti a usura con il ricavato della droga ed episodi di estorsione. E un ulteriore filone investigativo che investe la pubblica amministrazione, in particolare un ex comandante di polizia locale finito in carcere con l’accusa di aver concorso a dichiarare falsamente la residenza di almeno 280 brasiliani facendosi corrompere con almeno 200 euro a “pratica”. Sono i primi dettagli che emergono dalla maxi operazione della compagnia di Lodi della guardia di finanza, che dalla nottata ha impegnato 150 militari e un elicottero per eseguire 11 ordinanze di custodia cautelare in carcere, 6 ai domiciliari, notificare due obblighi di dimora e tre di presentazione alla polizia giudiziaria. Il procuratore Domenico Chiaro non esclude ulteriori sviluppi: solamente nel corso delle 42 perquisizioni contestuali agli arresti sono stati trovati quasi sette chili di droga, oltre a munizioni e a un fucile a canne mozze. E lo scorso anno, con la Finanza pronta a intervenire, alcuni dei presunti spacciatori tenuti sotto controllo avevano anche pensato di ammazzare un possibile “concorrente”. Tutto era partito alla fine del 2015 da alcuni militari che si erano insospettiti per l’elevato tenore di vita di persone residenti a Zelo che poco o nulla dichiaravano al fisco.

(ore 12.30) Sono due i gruppi criminali sgominati con la maxi operazione della Guardia di Finanza di Lodi, che questa mattina ha impegnato ben 150 militari. Al centro delle indagini un giro di spaccio da circa 300mila euro al mese, con almeno 100 clienti coinvolti.
Le misure cautelari, 22 di cui 17 arresti, riguardano persone residenti principalmente a Zelo, San Giuliano e vari centri del Centro Lodigiano. Coinvolto anche un ufficiale di polizia giudiziaria.

(ore 9) È partita all’alba una vasta operazione della Compagnia della Guardia di Finanza di Lodi e della Procura della Repubblica di Lodi nei confronti di un ampio contesto criminale nel Nord Lodigiano e Sud Milanese, che vede impiegati oltre 150 finanzieri, 5 unità cinofile e 1 elicottero. Le Fiamme Gialle stanno conducendo oltre 40 perquisizioni ed eseguendo 22 misure cautelari personali - di cui 11 in carcere, 6 ai domiciliari e 5 altre misure - e sequestri di beni per 1,3 milioni di euro.

I reati contestati, a vario titolo, agli arrestati vanno dallo spaccio di sostanze stupefacenti, all’usura e all’estorsione, fino alla corruzione di pubblici ufficiali.

I dettagli e gli approfondimenti sul «Cittadino» di venerdì 13 gennaio

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
14 commenti.
<< < 1 2 > >>
duate 17 gennaio 2017 16:39
Volete un applauso ???
Dragon 13 gennaio 2017 11:31
200X280 = 56000 esentasse, non male
mau77 13 gennaio 2017 10:31
queste operazioni di "pulizia" dovrebbero farle più spesso per ripulire il bel paese pieno di schifezze .... tutti in galera e buttate le chiavi !!
Pierino 13 gennaio 2017 09:05
ruspa ruspa
sergioalessi 13 gennaio 2017 07:34
famiglia italiana di origini nomadi. choamateli con il loro nome: zingari
Nick 12 gennaio 2017 20:44
ex comandante di polizia locale finito in carcere con l’accusa di aver concorso a dichiarare falsamente la residenza di almeno 280 brasiliani facendosi corrompere con almeno 200 euro a “pratica”.... e bravo
geo 12 gennaio 2017 20:30
Xenon ma leggi quello che scrivi???o 6 come cippalippa e la sua banda!!
Masterburner 12 gennaio 2017 17:25
ah ecco cosa faceva l'elicottero stamattina
xenon 12 gennaio 2017 17:01
Aggiungo: sospendere fino a disintossicazione confermata, per chi si droga e per dieci anni a spaccia, avremo meno traffico, meno incidenti e meno inquinamento.
xenon 12 gennaio 2017 16:56
Quando leggo: italiana di origini marocchine o italiani di origine rom, mi si rivolta lo stomaco. Impariamo dai tailandesi, riguardo a quei pampaluga che hanno strappato le bendiere, multa ed espulsione immediata. Noi invece li manteniamo a lungo.